Pane integrale fatto in casa semplice e veloce

Pane integrale fatto in casa semplice e veloce

In questo sito abbiamo già proposto delle altre ricette per fare il pane in casa. Quella che suggerisco di seguito è la classica, ineguagliabile, ricetta del pane integrale fatto in casa semplice e veloce con il lievito.

So che molti vogliono tenersi leggeri di questi periodi e mangiare senza lievito, senza glutine, senza uova, senza zucchero… Senza, insomma. Però, volete mettere la fragranza della crosta, la morbida setosità della mollica del pane con lievito?

Uno strappo alla regola è d’obbligo, così come qualche inevitabile gratificazione dei sensi! Si vive una sola vota! Poi, comunque useremo  la farina integrale che io trovo più digeribile di quella bianca e, permettetemi, anche più buona!

La ricetta di questo buonissimo pane integrale fatto in casa semplice e veloce ha inoltre il vantaggio di essere pronta per l’uso, vale a dire per il palato, anche per il più raffinato, in poche ore! E, voi amici, che già vi siete cimentati nella prestazione, saprete certamente che occorre, in linea di massima, molto, molto più tempo!

Ingredienti per 2 filoni

200 gr di farina manitoba
200 gr di farina integrale
100 gr di farina ’00 e quella per spolverare e fare pieghe
1 cucchiaino di lievito di birra secco  oppure 10 gr di lievito fresco
400 gr di acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino e mezzo di sale

Procedimento Pane integrale fatto in casa semplice e veloce:
Come fare il pane fatto in casa

Utilizzate una ciotola abbastanza grande da contenere  le farine, lo zucchero e il lievito.
Il segreto per  attivare il lievito di birra è quello di utilizzare un pò di zucchero! Con un poco di zucchero la pillola va giù! Anzi va su, perché il vostro pane integrale fatto in casa semplice e veloce, lieviterà in men che non si dica!!!

Aggiungete, di seguito, l’acqua a temperatura ambiente e mescolate con la forchetta.

A questo punto,  il sale.

Dovrete ottenere un impasto molle.

Infine, quando l’impasto sarà pronto, aggiungete una manciata di farina sulla superficie.

Coprite con pellicola e lasciate lievitare a 28° (forno spento ma con la luce accesa) per circa 2 – 3 h il tempo che si triplichi.

Pieghe a Portafoglio per una lievitazione perfetta

Dovrete poi realizzare delle pieghe a portafoglio su entrambi i lati del pane e rovesciare l’impasto in un piano di lavoro infarinato.
Qualora l’impasto risultasse morbido, spolveratevi le mani e fate due pieghe a portafoglio.
Fate altre due pieghe a portafoglio con i lembi dall’alto e dal basso. Questa operazione servirà a migliorare la struttura della maglia glutinica, a conferire rotondità al vostro pane e a favorire il processo di lievitazione.

In inglese questo procedimento si chiama folding dal verbo to fold che significa per l’appunto “piegare”.

Ma questi anglicismi, ormai purtroppo dilaganti anche nel mondo culinario e, attraverso i quali, molti sentono di acquisire fascino intellettuale e potere globale, ci fanno dimenticare le origini.

Il pane non è inglese (ve lo rivelo: il pane gli inglesi non lo sanno fare!) quindi ragazzi pensate alle vostre nonnine, maestre nell’arte dell’impastare che delle pieghe non avevano alcun bisogno!

La panificazione viene dall’antico Egitto, per poi passare in Grecia! Dai agli inglesi lasciamo il pudding! (Sorry!)

Sollevate, infine, l’impasto e giratelo, in modo da trovarvi la superficie senza pieghe davanti.

Fate riposare per 30 minuti.

Tagliate a metà e formate due filoncini nella forma che desiderate.

Intagliate il pane sulla superficie.

A questo punto, ponete il vostro pane in lievitazione, a forno spento con la luce accesa per circa 1 h e mezza. I filoni di pane devono essere raddoppiati di volume, gonfi e ben areati.  Il tempo di lievitazione risulterà variabile. Potrebbe impiegare meno oppure una mezz’ora in più!

Cottura del pane fatto in casa:

Preriscaldate il forno al massimo, ovvero 250° e solo quando sarà bollente, inserite la teglia con il pane, nella parte bassa, a contatto con la base del forno.
Lasciate cuocere per 12 minuti circa.

Spostate quindi la teglia al centro del forno e fate cuocere i filoni per 5 – 6 minuti.

Infine, senza aprire il forno, abbassate la temperatura a 230° e completate la cottura per ancora 5 – 6 minuti fino a doratura del pane.

Se volete una crosta leggera, fragrante ma non eccessivamente croccante, allora tirate fuori il pane.
Se, invece, desiderate una crosta che scrocchia e bella abbrustolita, continuate la cottura al grill per altri 3 minuti.

Sfornate e lasciate intiepidire 5 minuti!

Ecco pronto il pane fatto in casa! Buono come dal fornaio! Anzi di più!!

Come conservare il pane fatto in casa morbido

Una volta che si è completamente raffreddato, potete richiudere il pane in buste di plastica per alimenti e sigillarlo alla perfezione! Solo in questo modo, si conserva fragrante e morbido! In questo modo potete conservarlo 1 – 2 giorni.

In sintesi:

  1. Inserire tutta la farina (300 Manitoba e 200 farina 00), il lievito (10g) e 1 cucchiaio di zucchero
  2. Aggiungere tutta l’acqua (400 gr) e mescolare
  3. Salare e ottenere un impasto molle.
  4. Lasciare lievitare a 28° per circa 2/3 ore
  5. Fare le pieghe a portafoglio e lasciare riposare 30 minuti
  6. Formare due filoni e nel forno nella teglia lasciare riposare per 1 ora e 30.
  7. Preriscaldare il forno a 250 gradi
  8. Mettere i filoni nella parte bassa per circa 12 minuti
  9. Spostare la teglia al centro per 5/6 minuti
  10. Abbassare il forno a 230 gradi per 5/6 minuti
  11. Per una costa bella abbrustolita altri 3 minuti con il grill
  12. Far riposare per 5 minuti

Vedi Anche:

Pane fatto in casa senza lievito

Pane marocchino

Cantucci al cioccolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.